Cometa Ison: in arrivo ad ottobre 2013 in Italia

La cometa Ison è il prossimo, grande spettacolo che ci regalerà l’universo, e che sarà ben visibile dalla terra, anche a occhio nudo.

Gli astronomi sono concordi nel sostenere che la cometa Ison, la quale comparirà in tutto il suo splendore proprio nel 2013, sarà una delle comete più grandi ed affascinanti della storia.

La cometa Ison è una cometa non periodica che è stata scoperta il 21 settembre in Russia da Vitali Nevski e Artyom Novichono. I due astronomi effettuavano un’osservazione dello spazio di routine tramite un telescopio riflettore di 0,4 m, quando con grande stupore notarono questo strano corpo.

Secondo i calcoli effettuati dagli esperti di tutto il mondo, la cometa Ison inizierà ad essere visibile nel mese di agosto 2013 tramite appositi strumenti, fino a diventare ben visibile ad occhio nudo nel mese di ottobre 2013; il bagliore e la grandezza di questa cometa dovrebbe essere tale da renderla evidente addirittura durante il giorno, sovrastando la luminosità del sole.

Gli astronomi hanno, oggi, due grandi dubbi circa il passaggio di questa grande cometa: il primo è connesso alla concreta possibilità del formarsi di uno sciame meteorico in prossimità della cometa, il secondo invece riguarda il passaggio molto vicino tra la cometa e il sole, fenomeno per il quale vi è il rischio che la cometa possa disintegrarsi.

Oltre al grande interesse scientifico, la cometa Ison è ricca di mistero: molti infatti ricollegano il suo passaggio ad alcune profezie, come quella di Nostradamus.

L’astrologo francese, molto noto per le sue profezie, in una sua quartina fa riferimento ad una cometa che dovrebbe nascere dalla costellazione del Cancro (effettivamente, quella da cui diverrà visibile la Ison) portando grande distruzione sulla Terra, in particolare a Roma.

Secondo altri approcci, la cometa Ison potrebbe corrispondere a Nibiru, ovvero il misterioso pianeta celeste di cui parlavano nell’antichità i babilonesi, che dovrebbe rappresentare il principio dell’apocalisse. A tal riguardo, il passaggio di questa grande cometa è messo in relazione anche alla teoria dei Maya, per i quali l’apocalisse sarebbe dovuta avvenire al 21 dicembre 2012: un leggero ed inevitabile errore di calcolo metterebbe in relazione il passaggio di Ison anche alla profezia Maya.